Palazzo Comunale

spello 2017

Città: Spello

Provincia: Perugia

Indirizzo: piazza della Repubblica

Giorni di apertura: 2 dicembre

Orari di visita: 10.15-12.30

Info e prenotazioni: /

Descrizione:

Piano nobile
Il percorso di visita interessa alcune sale del piano nobile del Palazzo Comunale, risultato di tre fasi costruttive che si collocano tra il XII e XIII secolo e il Cinquecento.
Sala dell ’Editto
E’ la sala principale del palazzo utilizzata spesso, prima della realizzazione del teatro civico, anche per l’allestimento di spettacoli teatrali. La decorazione pittorica risale alla fine del XIX sec., su progetto di Gaetano Pompei di Amandola, professore di disegno presso il locale Collegio Convitto “Vitale Rosi”.
Sala degli Zuccari
Deve il suo nome alla decorazione che occupa la parte alta delle pareti, in passato attribuita a Federico e Taddeo Zuccari. Il ciclo pittorico, costituto da un fregio continuo ripartito in riquadri all’interno dei quali sono rappresentate alcune figure allegoriche, stemmi, paesaggi e vedute urbane, fu probabilmente commissionato per celebrare lo stato di libera comunità che la città aveva riacquistato alla morte di Guido Baglioni nel 1583. Nella sala è conservata la copia del Rescritto dell’imperatore Costantino.
Ex Sala del la Cancelleria
La sala conserva il dipinto di Marcantonio Grecchi, eseguito nel 1636, raffigurante la Madonna di Loreto tra San Felice e San Francesco. Il tema dell’affresco, oltre a documentare la diffusione del culto della Madonna di Loreto si colloca dopo l’avvenuta elezione di San Felice a patrono della città. In questa stessa sala nel 1881 Giovanni Bianconi vide l’urna di San Felice.

Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni:

G. Ferraris - Scuola secondaria di I grado


 

Sostieni il FAI e il suo impegno per l’educazione.