Chiostro e Chiesa di S. Nicolò

foligno chiostro san nicolo2 2017

Città: Foligno

Provincia: Perugia

Indirizzo: piazza S. Nicolò

Giorni di apertura: 28, 29 novembre

Orari di visita: 9.00-10.30 (martedì), 10.30-12.00 (mercoledì)

Info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Descrizione:

La costruzione della chiesa di San Niccolò risale all’XI-XII secolo, per volontà del Vescovo di Foligno Bonfilio, della congregazione dei monaci benedettini di Sassovivo. Nel 1281 il Beato Alberto fa costruire accanto ad essa un monastero. Dopo alterne vicende, nel 1434 il complesso conventuale fu affidato ai frati agostiniani, dai quali è tuttora gestita la chiesa.
Il chiostro costituisce il nucleo centrale di tutto il complesso, intorno ad esso si trovavano la chiesa, la sala delle riunioni, le cucine, il parlatorio e, al piano superiore, i dormitori. Alla fine del 1600, in seguito a lavori di ristrutturazione, il chiostro assunse l’aspetto attuale.
Al centro del chiostro, ancora in buono stato di conservazione, si trova un bel pozzo in travertino, a forma ottagonale. Al di sotto del pozzo si trova un’ampia cisterna che raccoglieva l’acqua piovana proveniente dai tetti e poi utilizzata per le esigenze del convento, che poteva avere così una quasi totale indipendenza idrica. La vera del pozzo è sormontata da un'inferriata realizzata dagli allievi della scuola di “Arti e Mestieri” su disegno del prof. Tito Buccolini.
Sulla facciata principale della chiesa si trova il portale di chiaro stile rinascimentale, costruito riutilizzando del materiale di demolizione di una cappella interna.
L’interno della chiesa è composto da una ampia navata centrale e due laterali più strette che ospitano altari dedicati ad alcuni Santi che conservano dipinti del XVII sec. Da segnalare la presenza di tracce di affreschi di epoche diverse (dal XV al XVII secolo), tra cui la tempera su tavola di Niccolò Alunno Incoronazione della Vergine e i Santi Antonio Abate e Bernardino da Siena.
Il presbiterio della navata centrale ospita l’altare maggiore, sopra ad un Paliotto di legno dorato del sec. XVII; dietro l’altare maggiore, nell’abside, si trova il coro, a doppio ordine di stalli in noce risalente al 1751.
Tornando verso l’uscita, incontriamo l’altare di S. Giuseppe dove si trova l’opera più prestigiosa della chiesa: il Polittico realizzato con tempera su tavola (cm 300 x cm 340) raffigurante la Natività e Santi, opera di Nicolò di Liberatore detto l’Alunno.

Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni:

I.C. Foligno - Scuola sec. di I grado G. Piermarini (classi 2^A, 3^A, 3^B, 3^C)


Sostieni il FAI e il suo impegno per l’educazione.