Oratorio del Pellegrino

Prato pellegrino 2017

Città: Prato

Provincia: Prato

Indirizzo: Piazza del Collegio, 13

Giorni di apertura: 1 dicembre

Orari di visita: 14.30-16.30

Info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Descrizione:

L’oratorio fu fondato nel 1588-89 da un gruppo di pellegrini di ritorno da Loreto. L’edificio, adiacente al convitto Cicognini, presenta una sobria facciata cinquecentesca e, accanto alla porta, una buca a forma di conchiglia per le elemosine. All’interno, ad aula unica con volta ribassata, tracce di affreschi classicisti dei primi dell’Ottocento e nella volta l’angelo del Giudizio del pratese  Giuseppe Castagnoli (1819). Sulla parete di destra, all’interno di una nicchia, è l’affresco staccato raffigurante “Crocifisso con simboli della passione” opera di Bonaccorso di Cino del 1350.
L’artista, di origine fiorentina ma attivo anche a Pisa e Pistoia, è testimoniato a Prato nel 1345 quando gli vengono saldati gli affreshi per l’ospedale della Misericordia.
Realizzato per l’antica pieve di Grignano, demolita per lasciare il posto al Convitto Cicognini, il Cristo fu esposto nella chiesa comune costruita per la cittadinanza a risarcimento della pieve abbattuta; quando anche quest’ultima fu soppressa nel 1780, a favore del teatro del Convitto, l’affresco trovò ricovero nell’oratorio del pellegrino dov’è tutt’ora, invisibile al grande pubblico e in grave stato di degradoSopra l’oratorio erano i locali della compagnia del Pellegrino che furono inglobati nel convitto divenendo prima sala di convalescenza e attualmente l’appartamento del Rettore. Qui è conservato l’affresco con “Cristo e i pellegrini di Emmaus”, opera variamente attribuita alla scuola di Alessandro Allori o a Giovan Pietro Naldini.

Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni:

Liceo Classico ed Europeo Convitto Nazionale Cicognini


 

Sostieni il FAI e il suo impegno per l’educazione.