• Home
  • Mattinate FAI
  • L'evento
  • Sicilia
  • Giarre (CT) - Museo Etneo delle Migrazioni e Chiesa delle Anime purganti

Museo Etneo delle Migrazioni e Chiesa delle Anime purganti

Giarre Museo migrazione 2017

Città: Giarre

Provincia: Catania

Indirizzo: piazza Macherione, 1

Giorni di apertura: 30 novembre e 1 dicembre

Orari di visita: 9.30-14.00

Info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Descrizione:

Il Museo Etneo delle Migrazioni di Giarre, ospitato presso l’ex Monastero degli Agostiniani scalzi, fondatori della adiacente Chiesa delle Anime purganti, si presenta come un museo narrante che intende raccontare la storia delle migrazioni nel territorio ionico-etneo dalla fine dell’Ottocento ad oggi. Nato da una ricerca degli studenti del Liceo Scientifico-Linguistico “Leonardo” di Giarre, il percorso museale si apre con la presentazione delle cause e dei caratteri delle partenze nelle tre fasi che hanno accompagnato il processo migratorio nel corso del Novecento.
Le due sale museali propongono le sezioni dedicate alle destinazioni dei migranti (America, Australia, Africa, Europa), con ricca raccolta di storie e testimonianze, corredate di documenti, lettere, fotografie, bauli ed oggetti personali. Nelle teche orizzontali è esposta una ricca documentazione istituzionale sull’emigrazione dal territorio.
La sezione immigrazione chiude il percorso descrittivo del museo narrante con lo spazio dedicato ai nuovi migranti oggi presenti nel territorio etneo. Purtroppo il museo non ha guida e custode e si può visitare solo su prenotazione e raramente. Le Mattinate d’inverno FAI saranno un’occasione per aprire il Museo alle scuole presenti nell’hinterland.

La Chiesa del Convento o delle Anime purganti è stata edificata alla fine del 1600 rimane, dopo quella di Sant’Agata e Sant’Isidoro, una delle più antiche. Aveva accanto il piccolo convento degli Agostiniani Scalzi provenienti da Valverde, oggi Palazzo della Cultura. Ci resta il verbale di cessione al municipio del Convento in data 26 Agosto 1868, che ci conferma che la chiesa e la Sagrestia erano state precedentemente concesse alla Confraternita delle Anime purganti. La chiesa venne varie volte ristrutturata. Oggi rischia di crollare definitivamente, tuttavia rappresenta una testimonianza preziosa dell’architettura neoclassica. Lungo la via Lisi è possibile notare la chiave dell’arco della porta d’ingresso in pietra bianca di Siracusa, nella quale è scolpita la Madonna di Valverde.

Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni:

Liceo scientifico-linguistico Leonardo


 

Sostieni il FAI e il suo impegno per l’educazione.