Palazzo della Provincia

Provincia

Città: Pavia

Provincia: Pavia

Indirizzo: Piazza Italia, 2

Giorni di apertura: dal 29 novembre al 2 dicembre

Orari di visita: 9.00-12.00

Info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Descrizione:

Con la demolizione del complesso dei Gesuiti e della Casa dello Studente si creò un isolato sufficientemente ampio per progettare due edifici a corte, connessi in un’unica forma, e una nuova piazza (Piazza Guicciardi), davanti all’ingresso del Palazzo del Governo (la Prefettura). Se su via San Zeno il complesso si lega al palazzo neoclassico, sede di rappresentanza del Prefetto, su Strada Nuova il prospetto con l’ingresso dell’Amministrazione provinciale viene lasciato (come l’edificio precedente demolito) in posizione arretrata rispetto al filo stradale per valorizzare la funzione di rappresentanza data dalla piazza.
L’Arch. Carlo Morandotti sceglie volumi semplici e regolari, per sfruttare al meglio lo spazio e recupera lo stilema tipicamente pavese del palazzo a corte interna, mascherando i cortili dietro possenti cortine murarie. L’esterno è caratterizzato da una complessa lavorazione della muratura a mattone a vista, disegnata con fasce verticali a riquadri e bande orizzontali che ritmano l’amplissima superficie in affaccio su via Malaspina. Risaltano, sulla finissima trama a ricamo dei mattoni, i luminosi ingressi della Prefettura e dell’Amministrazione provinciale, in pietra, realizzati, come di consuetudine nelle opere pubbliche di Morandotti, con alternanze di cornici e sguanci. La ricerca su materiali lapidei diversi consente giochi cromatici e linearistici di notevole efficacia che danno un valore espressivo che va al di là della geometria razionalista del complesso. Anche l’interno, soprattutto quello della Prefettura, è decorato con attenzione e una complessa ricerca formale che riprende i temi dell’esterno, in particolare le geometrie nei pavimenti, di sapore mondrianiano e dello scalone, di marmo bicromo, che disegnano l’impronta di una passerella.

Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni:

Liceo Adelaide Cairoli, Liceo Artistico Volta, Istituto Bordoni, Liceo Copernico


 

Sostieni il FAI e il suo impegno per l’educazione.