Chiesa di S. Ambrogio della Vittoria

Descrizione:

La chiesa è parte di un complesso monastico che venne edificato sui luoghi della battaglia di Parabiago (21 febbraio 1339).
Terminata nel 1348, viene in origine retta da cappellani nominati dall'amministrazione di Milano. Nel 1481 é affidata ai monaci di S. Ambrogio ad Nemus, che vi restano sino al 1647, anno in cui subentrano i Cistercensi.
La chiesa è ricostruita nel primo decennio del ‘700. Nel XVIII secolo la chiesa si arricchisce di dipinti e di un organo (1716).
Nulla resta del complesso primitivo, ad eccezione della chiave di volta dell’abside della distrutta chiesa trecentesca. Il nuovo complesso, ancor oggi esistente, è iniziato a partire dal 1624 ed è concluso sullo scorcio del XVII secolo dai Cistercensi nel frattempo subentrati.
Molto bello è lo scalone monumentale, collocato nel vertice nord – est del chiostro claustrale.
I lavori di costruzione della nuova chiesa si svolgono sotto la direzione dell'architetto Giovan Battista Quadrio. E’un grande edificio a navata unica, con transetto e coro semicircolare. L’intera zona presbiteriale è rialzata e separata dai fedeli tramite una balaustra. Molto interessanti nella decorazione interna sono i medaglioni con illustrazioni relative ai titoli mariani.
L’architetto Pietrasanta tra il 1723 e il 1725 costruisce il campanile. L'intero complesso viene dichiarato Monumento Nazionale nel 1913.

Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni:

ITET Maggiolini di Parabiago

 

Sostieni il FAI e il suo impegno per l’educazione.