Foro Boario

Forlì foro 2017

Città: Forlì

Provincia: Forlì-Cesena

Indirizzo: piazzale Foro Boario, 7

Giorni di apertura: dal 27 novembre al 2 dicembre

Orari di visita: 9.30-12.30

Info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Descrizione:

Il Forum Boarium fin dall’età romana era la piazza dedicata alla compravendita dei bovini e nel corso dei secoli la dicitura si è tramandata tanto che come Foro Boario sono stati designati in Italia i grandi mercati delle carni, non solo bovine, ma di tutti i tipi. Quello di Forlì nacque nel 1927, nella zona di via Ravegnana, fuori dal centro. Nel 1932 fu ampliato dall’ingegnere forlivese Arnaldo Fuzzi, che eresse un edificio diviso in tre corpi di fabbrica uniti da grande arcate che permettessero il transito del bestiame. Dal 1950 il Foro divenne uno dei cinque mercati più importanti d’Italia: si commerciavano fino a 2500 capi di bestiame e vi si definiva il listino prezzi del mercato nazionale dei bovini. Le contrattazioni iniziavano alle prime luci dell’alba e il mercato veniva affollato dagli addetti ai lavori e dalle massaie: nei piani interrati della struttura si trovavano gli uffici dei vigili addetti all’ordine del mercato, quello personale del veterinario capo e dietro di esso la sala di rappresentanza, con poltrone in velluto rosso, per le manifestazioni. Dagli anni ’60 in poi, complici l’urbanizzazione e il boom economico che comportarono una conversione dell’area al settore secondario, il mercato visse una fase di declino che si concluse nel 1987 con la definitiva chiusura. Il Foro, comunale, ha ospitato nelle sue sale la sede veterinaria della AUSL Forlì - Romagna fino al 2016, attualmente è ancora sede di un bar, di un asilo nido e del comitato di quartiere, oltre che di una sala assemblee che ospita diversi eventi.

Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni:

Scuola primaria Orceoli (1^)


 

Sostieni il FAI e il suo impegno per l’educazione.